Leggere e non capire: il disturbo di comprensione del testo scritto

La lettura è un processo complesso che include una combinazione di abilità percettive, psicolinguistiche e cognitive. Le sue componenti principali sono l’accuratezza (fonologica e ortografica) e la fluidità (il tempo impiegato per il completamento della lettura). L'obiettivo è la comprensione: estrarre e costruire il significato del testo. In una società alfabetizzata, questa facoltà rappresenta un comportamento esclusivo e fondamentale dell'essere umano e un caso particolare di comprensione del linguaggio. Da un punto di vista pratico, comprendere materiali scritti è un'abilità essenziale per avere successo nelle varie attività sociali, come la scuola, il lavoro, lo sport, la politica, la scienza. D’altro canto, le strategie di comprensione rappresentano il fulcro del processo di alfabetizzazione. Lo sviluppo tecnologico, inoltre, ha prodotto dispositivi che interagiscono con l'uomo in modo prevalentemente scritto (ad esempio, PC, palmari, schermi pubblicitari, cellulari, fotocamere etc.). La necessità di utilizzarli in modo efficiente ed efficace implica un'adeguata comprensione dei messaggi che trasmettono. Il progresso della tecnologia ha rappresentato, quindi, uno dei principali propulsori dei modelli di comprensione del testo. La stessa multimedialità nell'apprendimento, nel lavoro e nello svago ha contribuito a indirizzare la ricerca sul versante della comprensione della lettura. Tuttavia, mentre la componente decifrativa della lettura rappresenta un settore molto studiato, sia in ambito psicolinguistico, sia in quello più generale della psicologia cognitiva, la comprensione del testo è un ambito d’indagine relativamente recente, affrontato nelle fasi iniziali dagli studiosi dei processi di apprendimento e di memoria. Negli ultimi anni si assiste, però, a un crescente interesse sull’argomento da parte di ricercatori di differenti discipline. In ambito psicologico ciò ha condotto a un’evoluzione delle ricerche e dei modelli teorici della lettura e, nello specifico, della comprensione. Nonostante l'assenza di una teoria esaustiva e univoca, la comprensione è andata sempre più configurandosi come una costruzione attiva di una rappresentazione mentale del contenuto di un testo. Pur essendo un'attività unitaria, comprende differenti e molteplici sottoabilità che richiedono l'intervento di processi cognitivi e metacognitivi, il cui perfetto funzionamento e sincronizzazione permettono il raggiungimento del risultato finale.

Leggi tutto...