Largo Edilizia, 4 - 67057 Pescina (AQ) - Via Don Giovanni Minzoni, 5 - 67051 Avezzano (AQ) - Viale delle Milizie, n.9 - 00192 Roma (RM)

Aree di intervento

La fobia sociale secondo il modello di Clark e Wells

Fobia sociale Pescina

Il modello eziopatogenetico di riferimento è quello della fobia sociale descritto da Clark e Wells (1995), secondo il quale il concetto di paura del fallimento e del giudizio altrui è fondamentale nell'eziologia e nel mantenimento del problema. Caratteristica centrale è il forte desiderio di dare una buona immagine di sé agli altri, accompagnato da una grande insicurezza e incertezza sulla riuscita di tale intento.

Di conseguenza il paziente teme di agire in modo inadeguato e inaccettabile in situazioni sociali e pensa che tale comportamento abbia conseguenze drammatiche in termini di rifiuto sociale e autostima. Presenta paura marcata e persistente ogni qualvolta vive una situazione dove è richiesta una prestazione che può implicare una valutazione o una critica da parte degli altri. Conseguentemente le situazioni sociali e prestazionali sono evitate e, quando impossibile, sopportate con grande fatica e sofferenza.

Manifesta, inoltre, forte reazioni a carico del sistema nervoso autonomo nelle situazioni sociali temute. Oltre all'ansia, infatti, presenta marcata ansia anticipatoria, cominciandosi a preoccupare varie ore al giorno fin da settimane prima di un evento sociale difficilmente evitabile. Le sue cognizioni attivano sintomi di ansia che diventano a loro volta oggetto di preoccupazione, poiché teme un giudizio negativo a causa di possibili manifestazioni ansiose.

Questo atteggiamento comporta due conseguenze importanti: non presta attenzione all'ambiente estero e non coglie quei sottili segnali di tipo sociale che rendono efficiente una prestazione interpersonale e diventa sempre più sensibile all'ansia mettendo in atto comportamenti protettivi che possono portare a prestazioni socialmente goffe. Si nota, quindi, l'istaurarsi di un circolo vizioso: l'ansia anticipatoria che determina un atteggiamento di apprensione e sintomi d'ansia, che determinano una prestazione realmente scadente ed imbarazzante, che a sua volta provoca in seguito maggiore ansia anticipatoria. L'esame a posteriori della sua prestazione è basata sulle proprie sensazioni e non sugli effetti dei feedback ambientali.

Info e Privacy

P.I. 01997500663

Ordine degli Psicologi della Regione Abruzzo col n. 2192 dal 16/02/2013

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

© 2021 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Maria Rosita Cecilia
© 2021. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.